gototopgototop

Menu Principale

Sei il visitatore n°

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi38
mod_vvisit_counterIeri167
mod_vvisit_counterQuesto mese4415
mod_vvisit_counterTotale397423

Online: 3
Oggi: 23 Set 2019

In evidenza...

Salamella nostrana
salamella_nostranaOttenuto con tagli di prima scelta, coscia e spalla, macinati molto finemente, viene aggiunta una percentuale del 20 – 25 % di lardo duro di schiena o guanciale tagliato a cubetti di circa mezzo centimetro di lato, la concia comprende sale aglio pepe macinato e pepe in grani.
Leggi tutto...
La storia
foto_fabrizioL’Antica Salumeria” di Fabrizio Gaffi ha il primo numero di telefono istallato a Montecompatri e  si chiama così perché ha continuato ad essere gestita da un componente della stessa famiglia che ha iniziato l’ attività nei primi decenni del Novecento.
Active ImageTradizione ed innovazione sono i principi a cui si ispira l’attuale proprietario: Fabrizio Gaffi è infatti un giovane di 34 anni che con passione continua ad esercitare il mestiere del norcino che fu di suo nonno e di suo padre; attento a difendere le tradizioni locali è però anche aperto al confronto con i prodotti nazionali ed accorto ad introdurre le innovazioni, cosa che oggi
è indispensabile non trascurare.
Una bottega antica, ma nuova di zecca, perché da poco ristrutturata con razionalità, ma anche con fantasia. La stessa insegna è allegra e colorata ed è stata ideata al computer dallo stesso proprietario che l’ ha poi fatta realizzare da un amico pittore.
Salsicce e salumi si presentano invitanti per il profumo, ma anche per la disposizione che viene loro data, poiché spesso sul
banco di vendita sono abbinati con il vino più adatto. Ogni volta che entri puoi trovare qualche novità: un giorno c’è il pane tipico della Sardegna, un altro il pecorino stagionato nella vernaccia (ideato dallo stesso proprietario), un altro ancora la porchetta calda appena sfornata…
Fabrizio Gaffi è fatto così: ha rinunciato a svolgere la professione del ragioniere in qualche anonima ditta, per lavorare nel paese dove è nato, per stare a contatto ogni giorno con i compaesani, che può permettersi chiamare per nome e per soprannome, perché li conosce tutti fin da bambino.
Difende a spada tratta la qualità e la bontà dei suoi prodotti, conditi secondo la tradizione monticiana e che si vanta di ottenere utilizzando esclusivamente carni italiane, ma poi riesce a convincerti ad assaggiare pure qualcosa che viene da lontano. Anche questa è cultura!